Ludwig Mies van der Rohe | intOndo

Ludwig Mies van der Rohe

Coniatore del motto che esalta l'essenzialità “less is more”, l'architetto tedesco Ludwig Mies van der Rohe (Aquisgrana, 1886 – Chicago, 1969) si trasferisce a Berlino a 19 anni. Studia all'Accademia di belle arti e lavora presso lo studio di Peter Behrens, uno dei maestri dell'architettura del tempo, collaborando con Walter Gropius e Le Corbusier, esperienze che forgiano il suo linguaggio architettonico, fondato sulla disciplina e sul rigore delle forme. Nel 1929 firma il progetto del padiglione tedesco all'Expo di Barcellona, arredandolo con la poltrona Barcelona in acciaio cromato e pelle, ispirata ai sedili pieghevoli dell'antico Egitto. Direttore del Bauhaus dal '30 al '32, a causa dell'ascesa del Nazismo, nei tardi anni '30 van der Rohe si trasferisce negli Stati Uniti a Chicago, dove progetta la sua prima casa privata, la Farnsworth, interamente articolata su muri in vetro. Sul vetro si basano numerosi edifici realizzati nell'ultimo ventennio della sua vita, fondati sulla semplicità delle forme, come il Seagram Building di New York (1958), grattacielo-icona del Movimento Moderno. “Less is more” è diventata un’espressione traslata dall'architettura al design industriale, fino alla tecnologia e al settore della moda.

A tu per tu con i designers

Gio Ponti

Piero Fornasetti

Fratelli Castiglioni

Joe Colombo

Nanda Vigo

Ettore Sottsass

Marco Zanuso

Luigi Caccia Dominioni

Ico Parisi

Charles & Ray Eames

Gae Aulenti

Pietro Chiesa

Vico Magistretti

Giotto Stoppino

Tobia Scarpa

Carlo Nason

Marcello Cuneo

Vittorio Dassi

Paolo Buffa

Max Ingrand

Gastone Rinaldi

Pia Guidetti Crippa

Gaetano Pesce

Richard Sapper

Ingo Maurer

Gabriella Crespi

Paul McCobb

Paul Tuttle

Nendo

Alvaro Siza

Carl Jacob Jucker

Ernesto Basile

Sergio Mazza

Osvaldo Borsani

Oscar Torlasco

Le Corbusier

Willy Rizzo

Gaetano Sciolari

Carlo De Carli

Angelo Lelli

Gino Sarfatti

Marcel Breuer

Carlo Scarpa

Massimo & Lella Vignelli

Claudio Salocchi

Toni Zuccheri

Aldo Tura

Verner Panton

Giancarlo Piretti

Gianfranco Frattini

Guglielmo Ulrich

Franco Albini

Philippe Starck

Angelo Mangiarotti

Enzo Mari

Tito Agnoli

Kazuide Takahama

Eero Saarinen

Ludwig Mies van der Rohe

Alessandro Mendini

Mario Bellini

Cleto Munari

Carlo Mollino

Bruno Munari