Sergio Mazza | intOndo

Sergio Mazza

Nel 1959, l’architetto Sergio Mazza (1931) fonda a Milano, insieme all’ingegnere aeronautico Ernesto Gismondi (1931) il marchio Artemide, specializzato in apparecchi di illuminazione. Nonostante l’avvio artigianale (nel piccolo spazio della ditta di via Moscova le lampade sono lavorate da metallisti e vetrai, e il primo catalogo contiene solo sei modelli), gli esordi si rivelano proficui: in breve tempo Artemide si afferma come uno dei marchi più qualificati nel suo settore, inizia a collaborare con designer come Magistretti, BBPR, Gio Ponti, Livio Castiglioni, e getta le basi delle sue future espansioni. Negli anni '60, Mazza progetta per il marchio le sue lampade più famose, quelle in ottone nichelato, vetro opalino e cristallo: oggetti di culto e patrimonio di prestigiosi musei internazionali, da quelle a sospensione come Delta e Tau fino al faro da parete Clio, dalla plafoniera Sigma alla lampada da tavolo Alfa. La peculiarità dei prodotti di Artemide di quel tempo è che da un lato essi garantiscono l’estetica essenziale e le tecnologie dell’industrial design, ma al contempo riescono a esprimere la tradizione italiana, attraverso la scelta e la lavorazione sofisticata dei materiali.

Oggetti del Designer

A tu per tu con i designers

Gio Ponti

Piero Fornasetti

Fratelli Castiglioni

Joe Colombo

Nanda Vigo

Ettore Sottsass

Marco Zanuso

Luigi Caccia Dominioni

Ico Parisi

Charles & Ray Eames

Gae Aulenti

Pietro Chiesa

Vico Magistretti

Giotto Stoppino

Tobia Scarpa

Carlo Nason

Marcello Cuneo

Vittorio Dassi

Paolo Buffa

Max Ingrand

Gastone Rinaldi

Pia Guidetti Crippa

Gaetano Pesce

Richard Sapper

Ingo Maurer

Gabriella Crespi

Paul McCobb

Paul Tuttle

Nendo

Alvaro Siza

Carl Jacob Jucker

Ernesto Basile

Sergio Mazza

Osvaldo Borsani

Oscar Torlasco

Le Corbusier

Willy Rizzo

Gaetano Sciolari

Carlo De Carli

Angelo Lelli

Gino Sarfatti

Marcel Breuer

Carlo Scarpa

Massimo & Lella Vignelli

Claudio Salocchi

Toni Zuccheri

Aldo Tura

Verner Panton

Giancarlo Piretti

Gianfranco Frattini

Guglielmo Ulrich

Franco Albini

Philippe Starck

Angelo Mangiarotti

Enzo Mari

Tito Agnoli

Kazuide Takahama

Eero Saarinen

Ludwig Mies van der Rohe

Alessandro Mendini

Mario Bellini

Cleto Munari

Carlo Mollino

Bruno Munari