Eero Saarinen | intOndo

Eero Saarinen

Pioniere dell'utilizzo delle imbottiture di espanso nell'arredamento, Eero Saarinen (1910–1961) è il grande architetto americano delle imprese degli anni '50. Finlandese ma statunitense di adozione, si diploma a Yale nel 1934, e prosegue la sua formazione presso il Cranbrook Institute of Architecture and Design, dove si appassiona alla scultura. L'amore per questa disciplina si riflette nelle forme "spaziali" dei suoi edifici, che trovano la massima espressione in capolavori come il terminal TWA dell’aeroporto JFK di New York. Il primo riconoscimento critico, nel 1940, gli arriva per un arredo: con Charles Eames, Saarinen vince il primo premio al concorso "Organic Design in Home Furnishings" grazie a una sedia progettata insieme, la Tulip, che darà il nome all’iconica serie di sedie, poltrone e tavoli da pranzo progettati da Saarinen e prodotti da Knoll negli anni '50 in fibra di vetro rinforzata. L'eleganza, abbinata all'efficienza, rendono questi arredi dei traguardi dell'ingegneria e della tecnologia costruttiva dell'epoca, perché sono il raggiungimento del massimo risultato attraverso il minimo dei mezzi. Noto per il suo perfezionismo, Saarinen è stato anche lo scopritore di alcuni importanti progettisti con cui ha instaurato importanti collaborazioni, come Charles Eames e Robert Venturi.

A tu per tu con i designers

Gio Ponti

Piero Fornasetti

Fratelli Castiglioni

Joe Colombo

Nanda Vigo

Ettore Sottsass

Marco Zanuso

Luigi Caccia Dominioni

Ico Parisi

Charles & Ray Eames

Gae Aulenti

Pietro Chiesa

Vico Magistretti

Giotto Stoppino

Tobia Scarpa

Carlo Nason

Marcello Cuneo

Vittorio Dassi

Paolo Buffa

Max Ingrand

Gastone Rinaldi

Pia Guidetti Crippa

Gaetano Pesce

Richard Sapper

Ingo Maurer

Gabriella Crespi

Paul McCobb

Paul Tuttle

Nendo

Alvaro Siza

Carl Jacob Jucker

Ernesto Basile

Sergio Mazza

Osvaldo Borsani

Oscar Torlasco

Le Corbusier

Willy Rizzo

Gaetano Sciolari

Carlo De Carli

Angelo Lelli

Gino Sarfatti

Marcel Breuer

Carlo Scarpa

Massimo & Lella Vignelli

Claudio Salocchi

Toni Zuccheri

Aldo Tura

Verner Panton

Giancarlo Piretti

Gianfranco Frattini

Guglielmo Ulrich

Franco Albini

Philippe Starck

Angelo Mangiarotti

Enzo Mari

Tito Agnoli

Kazuide Takahama

Eero Saarinen

Ludwig Mies van der Rohe

Alessandro Mendini

Mario Bellini

Cleto Munari

Carlo Mollino

Bruno Munari