Una stanza tutta per sé: Monks House | intOndo

Una stanza tutta per sé: Monks House

Ispirandosi al celebre titolo del saggio di Virginia Woolf, intOndo visita una serie di stanze vintage molto speciali, luoghi che hanno significato davvero molto per i loro proprietari.

  • SHARE THIS NEWS

Eccoci nel Writing Lodge di Monks House, a Rodmell, nel Sussex. La semplice scrivania è illuminata da una vetrata, c'è una sedia a dondolo imbottita nell'angolo, la carta su cui scrivere è blu, come la prediligeva l'abitatrice di questo luogo, affiancata da una macchina da scrivere, contenitori archivio e un immancabile vaso di fiori appena raccolti.

Questo lodge, appartato rispetto alla casa pricipale, è stato il "tempio" in cui la scrittrice inglese Virginia Woolf ha composto i suoi romanzi più celebri, come La signora Dalloway. Qui Woolf custodiva anche le sue sedie a sdraio rigate per l'esterno: una famosa fotografia vintage la ritrae adagiata su di esse in compagnia della nipote Angelica e di sua sorella, Vanessa Bell.

Immersa in uno splendido giardino di campagna inglese progettato dal marito di Virginia, Leonard Woolf, Monks House è un cottage del XVI secolo che la coppia acquistò nel 1919: la casa conserva ancora buona parte dei libri e dei piccoli tesori di arredamento e decorazione che riflettono le personalità eclettiche dei suoi proprietari. Decisamente da appuntarsi tra le mete da visitare per chi progetta un viaggio in Inghilterra!


Articoli correlati

Room

Camera da letto

Una stanza che racconta la vostra storia...

Period

1920-1930

Ritmo e geometrie...

Moodboards

Moodboard | Persi nel bosco

Come in un paesaggio dipinto...

Magazines

Quell'atmosfera un po' Bloomsbury

A distanza di un secolo dalla fama del circolo di intellettuali più noto di Lon...

Podcasts

Podcast no: 4 - La casa è un libro aperto: un'intervista con Ricciarda Barbieri

Ricciarda Barbieri, editor per Feltrinelli, racconta il rapporto tra i suoi luog...