Giardini d'inverno | intOndo
24.11.2022

Consigli e tendenze

Giardini d'inverno

L'outdoor diventa indoor in questi ambienti che dall'era vittoriana in poi ridimensionano la casa lasciando spazio al verde e alla luce.

Se state giá sentendo la mancanza delle giornate trascorse all’aperto tra alberi verdi e prati in fiore, questo articolo vi interesserà. Oggi parliamo del giardino d’inverno uno spazio a metà tra scenario naturale e ambiente interno che promette di regalare buonumore e serenità. 

Sempre più ricercato nei progetti d’architettura moderna, il giardino d’inverno inizia a diffondersi nelle case aristocratiche del nord d’Europa già nel Settecento. La sua principale funzione è quella di proteggere le piante esotiche della rigidità della stagione invernale senza privarle dell'indispensabile luce solare, ma ben presto palme, agrumi e piante grasse diventano solo il complemento d’arredo di queste sale adibite al rituale del tè ai ricevimenti di metà pomeriggio.  

Oggi i giardini d’inverno sono la nuova frontiera dell’architettura green ed un eccellente complemento dell’ambiente domestico, non solo perché aumentano la fruizione di luce naturale portando un evidente risparmio energetico, ma anche perché offrono occasioni didattiche per tutta la famiglia anche quando il verde del giardino o della campagna non è proprio dietro l’angolo.

Questi volumi, che si caratterizzano per l’ampia superficie vetrata alle pareti sono spesso oggi ambienti ricavati artificialmente, ma nelle case storiche si incontrano anche eleganti verande, serre in ferro battuto o piccoli cortili interni. Sembrerà strano, ma non è poi così impossibile pensare di ricavare un giardino d’inverno a casa propria. 

Se possiedono i giusti requisiti, i raccordi tra due ambienti staccati possono facilmente trasformarsi in un corridoio coperto da ampie vetrate, dove sostare per riporre i propri abiti su un appendiabiti vintage, ma anche godere dello panorama esterno comodamente seduti su una panca imbottita o un comoda chaise longue. E non pensiamo solo agli ambienti al piano terra per ricavare un bel giardino d’inverno: sono innumerevoli i loggiati che si vestono di finestre invernali per permettere agli abitanti della casa di godere dei panorami e dei raggi solari anche d’inverno. E che dire delle altane, luoghi eletti dagli artisti come studi di lavoro proprio per la loro caratteristica esposizione alla luce naturale, chi non vorrebbe averne una?. Se la legge lo permette si puó pensare di aprire un grande lucernario sul soffitto dei piani alti per trasformare una cucina, una mansarda o una soffitta in un piccolo giardino d’inverno dove rifugiarsi dopo una lunga giornata di caos. 

Per l’arredo, basta un po’ di estro e molto pollice verde. Noi consigliamo di scegliere mobili in ghisa o rattan per quanto riguarda tavoli e sedute e di non trascurare i vasi per raccogliere le piante da disporre in alto su mensole e portapiante. Per finire ci immaginiamo in un angolo un'affascinante vetrina con in bella mostra un servito da tè e un set di eleganti bicchieri, nell'altro un carrello bar completo di coppa portaghiaccio, shaker e ampia selezione di liquori. Chi è davvero organizzato porrà una pianta di limone nelle vicinanze per avere sempre a disposizione un frutto da aggiungere alla propria bevanda preferita.